La Madonna dei Ghiacciai

La Madonna dei Ghiacciai è una straordinaria testimonianza di fede e di amicizia che nasce dal cuore di un gruppo di giovani del liceo Valsalice di Torino per ricordare eternamente il loro amico, educatore e guida spirituale, Don Aristide Vesco, caduto al monte Ciampono (Gressoney) il 9 luglio 1966. La cappellina domina e protegge i ghiacciai del Monterosa dalla incredibile quota di 3.659 metri sul livello del mare ed è ancora oggi la più alta d’Europa.

Il 5 agosto 1967, dopo una lunga fase di progettazione, costruzione e difficilissimo trasporto, è stata finalmente benedetta e inaugurata durante la prima e suggestiva celebrazione da S. E. Mons. Luigi Bettazzi allora Vescovo di Ivrea, insieme al Superiore Regionale Salesiano Don Amedeo Verdecchia, il prevosto di Varallo Don Ercole Scolari, il parroco di Gressoney La Trinitè Don Paolo Brunodet, il parroco di Alagna Don Luigi Ottone e presenti i moltissimi amici di Don Vesco. Per l’occasione, la celebrazione è stata animata dal maestro Don Domenico Machetta che eseguì, dirigendo 40 giovani cantori, la Messa per coro di montagna a 4 voci pari composta appositamente per questa solenne occasione. Era presente anche il Col. Arturo Gatti di Montafia insieme ad un folto gruppo di alpini ed ex-alpini che , dal 1977 in poi, parteciperanno sempre più numerosi portando gagliardetti e vessilli delle varie sezioni dell’A.N.A.

Il mattino di quel 5 agosto, due colonne di alpinisti si snodarono sul ghiacciaio di Indren e del Garstelet. La prima proveniva da Alagna e recava la statuetta della Madonnina che era stata esposta nove giorni nella parrocchia di Alagna. La statuetta, che raffigura la celebre Madonnina che spicca sul Duomo di Milano,  è stata donata nel 1960 dall’Arcivescovo Mons. Giovanni Battista Montini, il futuro Papa Paolo VI°, alla spedizione Milanese Cento Donne sul Rosa

Da quel lontano 1967 ad oggi, ogni primo sabato di agosto, giungono alla cappellina alpinisti, visitatori e pellegrini per assistere alla celebrazione della Santa Messa in cui si ricordano tutti i caduti del Monterosa.

© Copyright - Madonna dei Ghiacciai