Locandina 2018

[vc_row][vc_column][dt_fancy_title title=”Locandina 2018″ title_align=”left” title_size=”h4″ title_color=”title” separator_style=”disabled”][vc_separator][vc_column_text css_animation=”fadeIn”]Carissimi amici della Cappellina della Madonna dei ghiacciai,

eccovi la locandina della festa di quest’anno.
La speranza è di poterci incontrare e pregare insieme per i nostri cari defunti.
L’invito è di estendere l’iniziativa a coloro che conoscete e possono essere interessati.
Potete anche inviarmi l’ indirizzo email di coloro che desiderano ricevere notizie della Cappellina.
Un arrivederci a tutti, una benedizione ed una preghiera.
don Vincenzo

[/vc_column_text][vc_empty_space][vc_separator][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_text_separator title=”Sabato 4 agosto 2018 ore 12:00″ i_icon_fontawesome=”fa fa-bell-o” i_color=”black” i_size=”sm” add_icon=”true”][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”3/4″][vc_column_text]

Quest’anno la S. Messa sarà presieduta da don Ugo Casalegno, parroco di Gressoney at. Jean et Trinitè.

Durante la celebrazione ricorderemo:
Gianfranco Toso: 50enne di Montà aspirante accompagnatore sezionale di escursionismo del CAI di
Padova, disperso sul Breithorn centrale l’8 luglio 2017. L’ipotesi secondo i soccorritori è che l’uomo sia
precipitato dalla cresta lungo la parete Nord, probabilmente per un distacco di una cornice di neve.
Altri sono stati i caduti di quest’anno, tutti stranieri:
Un alpinista belga precipitato dalla cresta del Lyskamm il 15 luglio 2017.
Due giovani alpinisti tedeschi, un ragazzo e una ragazza – Lukas Wien di 23 anni e Nele Wehner di 21,
entrambi studenti di Medicina, precipitati dalla cresta Sella al Liskamm il 26 agosto 2017.
Una donna di nazionalità russa dispersa nella zona del ghiaccio del Lys, sul versante sud del Monte Rosa, il
28 aprile 2018.
Un 17enne di origine giapponese, abitante nel Canton Zurigo, precipitato in un profondo crepaccio a 3200
metri di quota nel Grenzgletscher, sopra la capanna Monte Rosa l’11 maggio 2018.
Di questi ultimi, in quanto stranieri, è difficile riuscire a contattare i familiari ed anche poter sperare in una
loro presenza alla celebrazione, però è giusto ricordarli per cui verrà presentata una fiaccola che ricorda
tutti gli alpinisti stranieri che in questi anni sono morti sul Monte Rosa.

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_empty_space][vc_separator][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_column_text]

Scarica la locandina

[/vc_column_text][vc_column_text]Per raggiungere Capanna Gnifetti (0163.78015) o il rifugio Città di Mantova (0163.378150) si possono utilizzare le funivie:

Monrosa di Alagna (0163.922922) che entrerà in funzione dalle 7.30 alle 13.00, dalle 14.15 alle 17.30 ed innalza fino al passo dei Salati – Punta Indren (3250 m.);

Monterosa Stafal – Gabiet – Salati – Punta Indren” (3250 m.) di Gressoney dalle ore 7.30 alle 17.00 (0125.367111).

Se qualcuno volesse utilizzare l’elicottero telefoni a E.T.I. di Varallo, o al sig. Remo De Prà (0163.52487, o al 329.2333392); le persone che saliranno con l’elicottero dovranno essere attrezzate per scendere a piedi, in caso di maltempo. Si può programmare utilmente il pernottamento in rifugio la sera precedente.

Supponiamo che siano presenti, anche quest’anno, i membri della commissione medica del C.A.I.

.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]